I ragazzi dell’associazione sul palco all’Aida di Legnano

By 5 aprile 2017News
Aida con le associazioni onlus

Grande successo per Valeria Vanossi, i ragazzi dell’associazione “Il Sole nel Cuore” e di altre Onlus che hanno partecipato all’Aida in celebrazione del Centenario della fondazione dell’Istituto Carlo dell’Acqua di Legnano.

Legnano – Una serata memorabile, uno sforzo organizzativo immane, un risultato artisticamente oltre le più rosee aspettative, un successo più che meritato: questi, in estrema sintesi, i primi commenti che si possono fare dopo aver assistito alla messa in scena di Aida da parte di studenti ed insegnanti del Dell’Acqua, con la partecipazione di alcuni portatori di disagio fisico o psicofisico, con la musica suonata interamente dal vivo da un’orchestra studentesca, diretta da Sante Zecconello e la partecipazione, come madrina e narratrice, della Presidente dell’Associazione “Il sole nel cuore”, Valeria Vanossi.

Ed a proposito di commenti, dagli assessori all’istruzione ed alla cultura di Legnano, Chiara Bottalo, Umberto Silvestri, alla consigliera regionale Carolina Toia, alla deputata Laura Bignami, al presidente di Confindustria Giuseppe Scarpa, al presidente della famiglia legnanese Gianfranco Bononi, coro unanime di attestazione per un “progetto che unisce diverse sensibilità dove il pretesto è portare in classe sia dei corsi diurni sia serali il recitalcantando che fa bene agli studenti, ai docenti ed al territorio perchè si fa entrare dalla porta principale la nostra preziosità riconosciuta a livello mondiale ovvero il Melodramma Italiano”.

Aida 2017 LegnanoLa storia tragica ed immortale di Aida, ambientata nell’antico Egitto e commissionata nel 1868 al celebre compositore di Busseto in occasione dell’apertura del Canale di Suez (anche se poi non venne rappresentata prima del 1871 a causa della guerra franco-prussiana), è rivissuta sul prestigioso palco del Tirinnanzi con splendidi costumi, tanta buona volontà e l’ottima regia di Gianni Lamanna: l’esperimento teatrale è stato fortemente voluto dall’insegnante di lettere del corso serale Gianluca Cellai, che potremmo definire, mutuando un termine dal gergo sportivo, un “player-coach”, ovvero un allenatore-giocatore, in quanto, oltre ad ideare il progetto, vi ha anche partecipato come cantante, nei panni del protagonista maschile dell’opera, Radames.

Fondamentale il sostegno del dirigente scolastico Sergio Breda che, a fine spettacolo, ha consegnato a tutti i partecipanti una pergamena a ricordo dell’esperienza vissuta e, naturalmente, anche l’interessamento dell’Amministrazione Comunale legnanese, rappresentata in platea dagli assessori Chiara Bottalo ed Umberto Silvestri; lodevole l’inserimento del concetto di musicoterapia nella tessitura dell’adattamento, al quale, come già anticipato, hanno partecipato con entusiasmo alcuni ragazzi e ragazze affetti da disabilità, applauditissimi dal folto pubblico che ha deciso di assistere alla serata davvero inedita.

Valeria Vanossi - Aida 2017 LegnanoValeria Vanossi ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito, a vario titolo, a rendere possibile questa magia e, in particolare, oltre allo staff scolastico, la Fondazione Ticino-Olona, il Rotary Parchi Altomilanese, i cugini Lions Club di Legnano, Lainate, Parabiago, il Gruppo Giovani imprenditori Confindustria Altomilanese, l’Associazione Ex-Allievi del presidente Carlo Massironi,  partners del progetto come , Tommaso Lombardi di Led Insurance e Roveda assicurazione ( che accolgono tanti studenti in stage) e Sempione News, orgoglioso media partner degli eventi del Centenario del Dell’Acqua. Un ringraziamento particolare ad Arianna Colombo, nonchè a tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita del progetto.

Un’iniziativa questa, che ci auguriamo venga ripetuta al più presto, magari anche con altre opere, come il riuscitissimo Notre Dame de Paris già presentato sempre per il Centenario, a cui i giovani e giovanissimi legnanesi potranno accostarsi molto più volentieri, dopo aver scoperto, grazie a queste manifestazioni, che la s
cuola può essere anche appassionante e divertente e che la cultura è un valore nel quale vale davvero la pena di investire parte del proprio tempo libero.

Fonte: Sarah Zambon – sempionenews.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Cookie Policy

Chiudi